puzzle

Approvata il 6 ottobre u.s. dal Consiglio Regionale delle Toscana la proposta di legge 122/2016 – legge n. 70/2016 – riguardante le Disposizioni in materia di cooperazione finanziaria con gli enti locali, di unioni di comuni e piccoli comuni, e norme di attuazione della legislazione sul riordino delle funzioni. Con essa è stata modificata la Legge 68/2011 contenente le norme sul sistema delle autonomie locali. Gli interventi, per quanto ci interessa in questa sede, hanno riguardato l’esercizio associato di funzioni in unione di Comuni e le fusioni. Trattasi di un ulteriore intervento che si aggiunge a quelli emanati nel corso degli ultimi anni  dal legislatore nazionale nonché dallo stesso Consiglio Regionale delle Toscana che conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, che la strada  da percorrere, la direzione da intraprendere per la gestione delle funzioni riservate ai Comuni e il governo del territorio è quella che vede gli enti locali sempre più proiettati verso una gestione unitaria dei servizi nonché, cosa ancor più importante, nella valorizzazione e sviluppo dei territori ricondotti quest’ultimi ad aree omogenee. Ciò è sempre più impellente e necessario proprio per difendere quelle identità locali, a noi tutti così tanto care, dal processo di standardizzazione imposto dalla globalizzazione contro la quale non esiste difesa alcuna, ma dalla quale è possibile trarne dei vantaggi alla sola condizione di porre in essere un significativo rafforzamento dei sistemi locali che, se isolati, frazionati e peggio ancora ripiegati nel localismo, sono destinati a soccombere.

Protagonista di tale importante risultato è stata la Consigliera regionale Fiammetta Capirossi resasi promotrice di un emendamento alla proposta di legge 122, oggi Legge 70/2016. Per comprenderne l’importanza ed il significato riportiamo il comunicato da lei diramato in occasione dell’approvazione delle modifiche suddette:

Capirossi (PD) : “Incentivare collaborazione per aree omogenee”

Fiammetta Capirossi, Consigliere regionale del Partito Democratico

Fiammetta Capirossi, Consigliere regionale del Partito Democratico

“Le modifiche apportate con il mio emendamento – spiega Fiammetta Capirossi – vanno a supporto delle unioni comunali in quanto sia i contributi che le facilitazioni amministrative individuate, incentivano la collaborazione al fine di avere le stesse modalità ed opportunità in aree omogenee. Attraverso queste modifiche si rende facoltativa la rotazione della presidenza dell’unione, tra i sindaci, purché sia inserita nello statuto dell’unione stessa, la modalità. Si incrementano del 60% i contributi laddove il comune risultante dalla fusione stessa ha popolazione superiore a quindicimila abitanti. Inoltre per dare modo ai comuni di portare avanti insieme un lavoro proficuo si possono sostituire una o più funzioni fondamentali con: lo sportello unico delle attività produttive, piano paesaggistico, procedure di Via, tributi, o il piano strutturale intercomunale. Disposizioni dunque – conclude Capirossi – che puntano a semplificare e omogeneizzare quanto più possibile il lavoro dei comuni sul territorio”.

Scarica la Legge Regionale n. 70 del 6 ottobre 2016: Disposizioni in materia di cooperazione finanziaria con gli enti locali, di unioni di comuni e piccoli comuni, e norme di attuazione della legislazione sul riordino delle funzioni. Modifiche alle leggi regionali 68/2011, 22/2015, 70/2015, 9/2016 (formato Pdf, 56 Kb)

The following two tabs change content below.

Nicola Bernardini

Ultimi post di Nicola Bernardini (vedi tutti)