Montebonello

Ormai da tempo ci occupiamo del Partito Democratico a Montebonello e Pontassieve.

Cerchiamo di farlo nell’interesse della nostra gente e del nostro territorio, perché nelle sedi dove si prendono iniziative e decisioni, si tengano presenti i bisogni e gli interessi di questa zona e, credeteci, non è facile né scontato.

Oggi la politica è vissuta, ben che vada, come una scocciatura. La si pensa abitata da un gruppo di farabutti che fanno solo i loro interessi. E comunque piace molto la delega a qualcuno che si occupi, per tutti, di questa pratica. E così prolificano i furbacchioni che fanno veramente… i loro interessi.

Anche se è faticoso, a noi piacerebbe invece la discussione sulle cose dei nostri paesi e anche di quello che accade a livello nazionale.

Vi scriviamo per dirvi che NOI CI SIAMO!

Ci conoscete tutti, ma per favorire l’incontro, siamo presente il 1° sabato di ogni mese al Circolo Pd (via Colognolese 64, Montebonello) a partire da sabato 7 maggio 2016.

Negli ultimi due anni abbiamo lavorato su diversi temi: inizialmente le primarie che poi hanno portato all’elezione dell’attuale Sindaco, Monica Marini.

Successivamente abbiamo affrontato il tema dell’inceneritore, rispetto al quale si è deciso di non procedere perché ormai non più necessario grazie alla raccolta differenziata.

E’ stato azzerato il piano urbanistico (che prevedeva un imponente piano edilizio nella ex area ferroviaria di Pontassieve) e si è deciso di riscriverlo totalmente.

Con la Conferenza programmatica dello scorso gennaio abbiamo affrontato i seguenti temi:

Urbanistica

Un documento realizzato nell’ambito del gruppo Urbanistica del Partito Democratico di Pontassieve che suggerisce le linee d’azione per lo sviluppo del nostro paese, considerando necessaria una idea di pianificazione con visione di livello sovracomunale e metropolitano.

Sanità

Si è affrontata la questione dei Servizi Sanitari, sempre più in difficoltà, testimoniata anche dall’elevato pendolarismo sanitario,  per potenziarne l’offerta, anche con la costruzione della Casa della Salute. Con essa si passerebbe da servizi sparpagliati qua e la e dagli attuali 700 mq del Distretto di San Francesco, ai 3000 mq della nuova struttura, da realizzare nella ex area ferroviaria.

Essa ci interessa tuttavia, se comprende tutti i servizi che mancano: Pronto Soccorso efficace, Diabetologia di 2° livello, Posti Letto per le deospedalizzazioni, allargamento delle Convenzioni per la diagnostica con le strutture presenti, Strumentazioni Diagnostiche (radiografie, ecc..), allargamento dell’offerta per la neuropsichiatria infantile, ambulatori specialistici adeguati e non precari come tutta la struttura di S. Francesco, ecc.. Stiamo lavorando con la Regione ed i Comuni vicini per vedere se questo è possibile, anche nella speranza di caratterizzare i nostri Comuni per l’offerta di Servizi Socio Sanitari.

Assetti istituzionali

Abbiamo ragionato della riorganizzazione dei nostri Comuni e dei loro antichi confini. Si pensi a S. Francesco di Pelago e Pontassieve e a Montebonello di Pontassieve e Rufina. Proponiamo di discutere di un Comune Unico, almeno fra questi 3 Comuni,  con il pensiero anche a Londa e San Godenzo  e sapendo della   necessità di un’adeguata rappresentanza dei territori.

Scuola, sport, educazione

Abbiamo parlato della Scuola, con l’obiettivo che all’educazione dei nostri ragazzi debba partecipare tutta la Comunità (una Comunità Educante).

A livello nazionale, ci sono tante questioni sulle quali  possiamo trovarci tutti più o meno d’accordo.

Quello su cui siamo impegnati, da oggi a ottobre, è il Referendum sulla Riforma Costituzionale, con la quale si modificano natura e funzioni del Senato, con ciò superando il “bicameralismo perfetto” (Camera + Senato), per rendere più spedita l’approvazione delle leggi necessarie al Paese, anche se, personalmente, non crediamo nel mito della velocità..

Vi ricordiamo che il 17 aprile c’è un altro Referendum, quello sulle trivellazioni per la ricerca del petrolio nel Mar Adriatico e nel Sud Italia.

Non abbiamo fatto solo questo. Ci siamo dedicati anche a Montebonello, Acone e Colognole, segnalando di continuo i problemi che nascono: dalla situazione della ex Cartiera alla piazzetta antistante, dal lungo Sieve alla situazione di strade e marciapiedi, dall’illuminazione pubblica alle fogne che non ricevono, dalla Scuola alla necessità di un fontanello pubblico, sull’esempio del Comune di Rufina, dalla situazione del tendone del Campino, alla segnaletica stradale, fino allo storico problema della Circonvallazione.

Alcuni risultati (pochi) sono arrivati: si è mosso il Governo sulla Circonvallazione, l’illuminazione pubblica rinnovata, il tendone del Campino, etc.

Con la Vostra Vicinanza ed il Vostro Aiuto, potremo fare di più.

Per questo Vi segnaliamo che è riaperto il TESSERAMENTO AL Pd per il 2016.

Per iscriversi o rinnovare la tessera il Circolo di via Colognolese  64 rimane aperto il primo Sabato del mese ( il prossimo è sabato 7 maggio), dalle ore 10 alle 12.

Un saluto

Andrea Pazzi, Segretario del Circolo di Montebonello
Marco Passerotti, Capogruppo in Consiglio Comunale del Partito Democratico

The following two tabs change content below.

Andrea Pazzi

Segretario del Circolo di Montebonello a Partito Democratico